10 – Chiesa di San Nicolò

Chiesa di San Nicolò

 

La Chiesa di San Nicolò venne edificata nel XIII secolo. Era dedicata a San Nicola di Bari, cui all’epoca erano presenti dei dipinti murali raffiguranti questo santo della tradizione cristiana orientale; ma dal 1881 quando, ivi, vennero trasferiti vari reperti tra i quali il prezioso simulacro argenteo di Santa Lucia (1666), dopo la quasi totale distruzione dell’altro edificio religioso ad esso dedicato, questa chiesa oggi prende l’appellativo di Chiesa di Santa Lucia.

Ogni anno durante la festa patronale, la seconda domenica d’agosto, viene rievocato storicamente il martirio della Santa rappresentata da una bambina. La chiesa, nel corso dei secoli, è stata oggetto di importanti restauri che ne hanno modificato la fisionomia originaria, di conseguenza essa presenta oggi un’architettura settecentesca e ha il vago aspetto di una fortezza che domina la sottostante vallata. È a tre navate ed è sovrastata da una torre campanaria. Numerose sono le opere pittoriche e scultoree, tra i quali spiccano per valore artistico un mezzo busto di marmo di Santa Lucia (XV secolo), la tela della Madonna del Parto (1623), la trecentesca tavola di San Michele Arcangelo ed uno stemma raffigurante la pianta del sambuco da cui, etimologicamente, pare che derivi il nome Savoca.

Sotto il piano di calpestio della piazzetta, esistono le cripte-ossuario che contengono i resti mortali di cittadini savocesi appartenenti ai ceti popolari, vissuti e deceduti tra il XIV ed il XIX secolo. Sul sagrato di questo edificio sacro, inoltre, vennero girate alcune scene del celebre film “Il Padrino”.

 


 

San Nicolò’s Church

 

San Nicolò’s Church was built in the XIII century. It was dedicated to San Nicola of Bari, mural paintings representing this Saint of the oriental Christian tradition; but from 1881 when, were transferred several finds like the precious Santa Lucia’s silvery simulacrum (1666), after the almost total destruction of the another religious building to her dedicated, this church today takes the appellative of “Church of Santa Lucia”.

Every year during the patronal festival, on the second Sunday of August, is reinvoked historically the Saint’s martyrdom represented by a child. The church, during the centuries, has been object of important restorations that have modified the original physiognomy, as a result it presents today an eighteenth-century architecture and has the vague aspect of a fortress that dominates the below valley. It has  three naves and it is dominated by a bell-tower. Numerous are the pictorial and sculptural works, among which stand out for artistic value a marble S. Lucia’s half bust (XV century), the cloth “Madonna del parto” (1623), the fourteenth-century San Michele Arcangelo’s board and a coat of arms representing the plant of the elder from which, etymologically, it seems that the derives names “Savoca”.

Under the little square, exists the crypt – ossuaries that contains the mortal citizens’ remains belonging to the popular class, lived and deceased between the XIV and XIX century. On the church courtyard of this sacred building, besides, there were shooted some scenes of the famous film “The Godfather”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi