9 – Chiesa di San Michele

Chiesa di San Michele

 

La Chiesa di San Michele, di epoca anteriore al 1250, era anche il luogo di culto del castello Pentefur, molto caro agli Archimandriti. A quel tempo aveva dimensioni ridotte ed una diversa fisionomia. L’odierno impianto è databile alla prima metà del ‘400 quando il monumento fu abbellito ed ingrandito. La chiesa subì notevoli danni nel 1635 quando risultava chiusa al culto e negli ultimi anni del ‘600 l’interno, ad un’unica navata, vennerestaurato in stile Barocco concludendosi nel 1701 con la realizzazione di un ciclo pittorico di affreschi tuttora esistenti, ma in cattivo stato di conservazione.

Nel 2015, è partito il crowdfunding, finalizzato a reperire i fondi necessari per salvare dal degrado i suddetti affreschi. Degni di nota: i due portali in stile gotico-siculo con archi in pietra arenaria, il tetto ligneo di preziosa fattura, le tombe gentilizie, il pulpito e l’odierno campanile culminante in origine con una copertura a cuspide; mentre il quadro e la statua di San Michele sono, oggi, conservati nella Chiesa di San Nicolò.

Sulla piazza della chiesa una lapide ricorda il luogo dove venivano sepolti i bambini, non battezzati.

Nelle vicinanze si intravedono le rovine di quella che, un tempo, fu la sinagoga dei giudei di Savoca.

 


San Michele’s Church

 

San Michele’s Church, dating back to the period before 1250, was also the cult place of the Pentefur castle , very dear to the Archimandrites. At that time it had reduced dimensions and a different physiognomy. The plant is datable at the first half of 1400s when the monument was embellished and enlarged.The church underwent remarkable damages in 1635 when it was closed to the cult and in the last years of 1600s the interior, with a only nave, was restored in Baroque style concluded in 1701 with the realization of a pictorial cycle of frescoes still existing, but in bad state of conservation.

In 2015 started the crowdfunding , aimed to find the necessary funds to save from the deterioration the above-mentioned frescoes. Worthy of note: the two portals in Gothic-sicilian style with arch in sandstone stone, the precious wooden roof, the noble graves, the pulpit and the bell tower in origin with a cuspid cover; while the picture and San Michele’statue are, today, conserved in San Nicolò’s Church.

On the square of the Church a tombstone remembers the place where unbaptized children were buried. Nearby there are the ruins of a synagogue of the Jews of Savoca.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi